Un milione e mezzo di capi contraffatti. Sequestrato un opifico abusivo a Napoli

Un opificio clandestino scoperto a Napoli dalla GdF Sequestrati centinaia di migliaia di capi falsi Napoli, 8 nov. (askanews) –

Articoli in pelle su modello di note griffe venivano contraffatti in un opificio clandestino a Napoli, in via Bologna, alle spalle della stazione centrale. La produzione, vastissima al punto da portare al sequestro di 1 milione e mezzo di capi contraffatti, era esercitata in un deposito ricavato all’interno di una vecchia portineria.

A scoprire l’opificio clandestino sono stati gli uomini della Guardia di Finanza partenopea che hanno sorpreso, al momento dell’irruzione, un extracomunitario intento a lavorare. All’interno della struttura attrezzata a laboratorio sono stati trovati numerosi macchinari (da taglio, cucitrici, presse, spillatrici), cliché di note marche (Vuitton, Fendi, Gucci ecc.) e quasi 1 milione e 500 capi tra borse ed etichette che a breve sarebbero stati immessi nel mercato illegale. L’opificio è stato posto sotto sequestro e il responsabile, colto in flagranza di reato, è stato deferito all’autorità giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *