Alla Stoà l’Open Day su inserimento e carriera in azienda

Come inserirsi e fare carriera in azienda: è il tema affrontato in un incontro allo Stoà, Istituto di studi per la direzione e gestione d’impresa con sede in Villa Campolieto a Ercolano che ha visto la partecipazione di giovani laureati in diverse discipline chiamati a partecipare alle selezioni per i master in direzione e gestione d’impresa e gestione delle risorse umane.

Questa mattina si è svolto un Open Day, incontro di orientamento alle professioni che ha visto ex allievi dello Stoà salire ‘in cattedra’ ad illustrare le qualità e le competenze necessarie che le aziende ricercano in un giovane formatosi dopo laurea e master . Ad aprire i lavori – introdotti da Enrico Viceconte responsabile scientifico master Risorse Umane – le testimonianze degli ex allievi Francesca Contardi di EasyHunters, Diego D’Amo di MBDA, Gianluca Esposito Cesariello, Ri Sud, Fabiano Fruccio, We Export, Andrea Gennarelli di Lactalis, Francesco Manzo, HR BP & Training Manager, Alfonso Riccardi, Business Advisor, Manuela Ronghi, HRC International Group, Tiziana Torino di Fenice.

Per Enrico Cardillo direttore generale Stoà: ‘‘la formula innovativa dell’Open Day, già messa in campo l’anno scorso, vede qui allievi di Stoà che al conseguimento del diploma master hanno intrapreso una carriera brillante nel mondo dell’impresa e oggi ricoprono posizioni di successo in tante realtà di eccellenza a livello nazionale ed internazionale. È una formula che ci fa guardare con grande ottimismo al futuro dell’offerta formativa di Stoà” ha spiegato ‘‘ed è grazie a questo rapporto forte tra giovani laureati – Stoà – mondo dell’impresa, che Stoà oggi ha raggiunto nel rating delle business school italiane il prestigioso traguardo di essere tra le prime dieci in Italia in una classifica aperta dalla Bocconi e dal Politecnico di Milano”.

Per Confindustria presente Bruno Scuotto, presidente di Fondimpresa: ”oggi si parla diffusamente di formazione in quanto strumento di crescita e di sviluppo e si parla moltissimo anche di mismatch (una condizione di disequilibrio tra domanda e offerta) che riguarda anche ruoli manageriali”. Scuotto ha sottolineato che c’è ‘‘una sete di managerialità nelle imprese, c’è consapevolezza dell’ importanza della formazione e un mercato di piccole imprese in crescita” e poi rivolto ai giovani laureati: ”Vi aspetta un mercato di piccole imprese ma non vi deve spaventare il numero e la quantita’ rispetto alla sete di managerialità diffusa”.

Testimonianze del mondo aziendale sono state offerte da Maria Rosaria Bonifacio, di Nokia, Francesco Castagna, di SMS Engineering e Franco Cipriano, PastPresident AIDP. Nel corso dell’incontro il responsabile scientifico del master direzione e gestione d’impresa, Vincenzo Maggioni ha presentato due master: uno in Direzione e Gestione d’impresa e l’altro in Gestione delle Risorse Umane, entrambi accreditati dall’Asfor, associazione per la formazione manageriale.

Le domande per l’iscrizione sono aperte fino al 13 novembre 2017. Alle lezioni d’aula saranno affiancati tirocini formativi di sei mesi in aziende nazionali ed estere. Entrambi i master mettono a disposizione tre borse di studio ciascuno a copertura totale dei costi di iscrizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *