Primo bilancio di Inps e ministero del Lavoro sul Reddito di Inclusione. Ministero del lavoro e Inps domani tirano le somme

Primo bilancio di Inps e ministero del Lavoro sul Reddito di Inclusione.

Nella Sala Angiolillo della sede Inps in Palazzo Wedekind, a Roma, il dicastero e l’Istituto tireranno domani un primo quadro sulla misura nazionale di contrasto alla povertà erogata dal 1° gennaio 2018, nel corso di una conferenza introdurrà dal presidente Tito Boeri. Il numero uno dell’Inps presenterà i dati sulle domande di ReI pervenute all’Istituto dal 1° dicembre 2017, data dalla quale i cittadini hanno cominciato a richiederlo, e sul numero attuale dei beneficiari della misura. Al termine della presentazione interverrà Roberto Rossini, portavoce dell‘Alleanza contro la Povertà, che poco meno di un anno fa ha siglato un Memorandum di intesa con il Governo. Seguiranno gli interventi del Presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni, e del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, che tracceranno un primo bilancio del ReI dopo quasi tre mesi di applicazione. In particolare, il Ministro si soffermerà sulla recente approvazione del primo piano nazionale per gli interventi ed i servizi sociali di contrasto alla povertà.

Nel corso della conferenza stampa saranno forniti anche aggiornamenti sul simulatore Isee, migliorato ai fini di facilitare l’accesso al ReI, presente sul sito internet dell’Istituto, a cura del Presidente dell’Inps. A seguire, il direttore generale per la lotta alla povertà e per la programmazione sociale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Raffaele Tangorra, dedicherà un focus specifico agli interventi in favore delle persone senza dimora previsti nel piano nazionale. A questo proposito, a cura dell’Inps, sarà anche presentato il progetto di contrasto alla povertà di Inps e Comune di Milano, destinato a verificare tramite un software denominato Ulisse la possibile presenza di diritti inespressi e prestazioni potenzialmente fruibili dalle persone senza fissa dimora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *